fbpx

Cambiare infissi: ecco cosa sapere prima di farlo senza paura di sbagliare

Secondo recenti studi, la maggior parte delle persone commettono almeno 5 gravi errori nel valutare i preventivi su un determinato prodotto, credendo vantaggiose offerte che in realtà lo sono molto meno di quanto sembrano

Per quanto non possa sembrare difficile, cambiare infissi è un’esperienza che può portare a livelli di stress emotivo incredibili.

La tensione in questi periodi si fa pesante, si ha paura di sbagliare qualcosa, di essere truffati, bisogna saper far quadrare i conti e avere la lungimiranza di fare un investimento a lungo termine.

Cambiare l'aria in casa senza aprire le finestre

RIVOLUZIONE! Ecco come cambiare l’aria in casa senza aprire le finestre

Se hai sempre desiderato un metodo automatico per cambiare l’aria in casa senza aprire le finestre anche quando in casa non ci sei, ho una buona notizia per te

Ti abbiamo sempre suggerito di cambiare l’aria in casa per evitare la formazione di muffe sui muri.

Infatti, per tutto il tempo in cui le finestre sono chiuse, si accumula in casa un certo livello di umidità che, se non viene ridotto cambiando l’aria, può dar luogo alle temutissime muffe sui muri, responsabili di malattie anche gravi, specie in presenza di bambini e anziani (ne ho parlato qualche tempo in quest’altro articolo ==> http://finestresenzapensieri.it/come-eliminare-muffa-e-condensa).

Almeno 3 o 4 volte al giorno dovresti areare i locali per un tempo minimo di almeno 15 minuti perché il ricambio dell’aria è fondamentale per migliorare la salubrità dell’aria tra le mura domestiche.

Quanto è sicura la tua casa

Scopri quanto è sicura la tua casa con un test rapido e gratuito

in Italia si registrano 24 furti ogni ora, è questo il dato Istat emerso nel 2018. Scopri quanto è sicura la tua casa e come puoi difenderla meglio da ladri e malintenzionati

Secondo fonti Istat, i furti in abitazione sono più diffusi nel Nord e l’orario più a rischio è fra le 18 e le 21, seguito dalla fascia tra le 9 e il 12 del mattino e da quella tra le 15 e le 18 secondo una ricerca Transcrime.

L’introduzione di ladri e malintenzionati in casa è fra le esperienze più traumatiche che si possano vivere, lo dico da persona che ci è passata.

Quando qualcuno viola il proprio domicilio, ti senti privato di tutto, anche quando non ti hanno portato via nulla. E’ una violazione della propria intimità, è un furto delle proprie certezze, soprattutto quando ti rendi conto è la tua abitazione non è inviolabile e che non è in grado di proteggere chi ami veramente.

Le ripercussioni sono tante sia sulla vita sociale che su quella lavorativa, perché improvvisamente scopri che quella che fino a ieri era il tuo porto sicuro, l’isola nella quale rifugiarti al ritorno dal lavoro o da una serata fuori, non è un posto sicuro per te e i tuoi affetti.

Ti rendi anche conto che a poco è servito l’impianto d’allarme di ultima generazione che avevi fatto installare, spendendo un sacco di soldi. A poco è servito pagare per anni il servizio di vigilanza.

Loro sono entrati dalla finestra o dalla porta, aprendola come se fosse burro, senza che nessuno si accorgesse di nulla.

migliori finestre in pvc

il segreto per acquistare le migliori finestre in pvc senza paura di sbagliare

La maggior parte dei rivenditori di finestre non è disposta a rivelare questa scomoda verità che invece io ti svelo in anteprima assoluta

Chi ha cambiato da qualche tempo i propri vecchi infissi sa bene che Il guaio di quando sei alla ricerca delle migliori finestre in pvc è che non sai mai di chi fidarti.

Questo problema deriva principalmente dalla grande confusione che c’è giro nel settore e dal fatto di non avere le competenze tecniche per decidere velocemente e senza rischi.

Perciò, solitamente si acquista dal rivenditore che ti fa il prezzo più conveniente o, nella migliore delle ipotesi, da quello di cui magari ti ha parlato bene l’amico di turno.

E’ davvero difficile stabilire quali siano le migliori finestre in pvc da comprare, perché tutti tendono a tirare acqua al proprio mulino, esaltando i propri prodotti e promettendo mari e monti. Ed è normale che accada tutto questo, in un mercato così saturo di proposte per tutti i gusti e tutte le tasche.

Meglio infissi in legno in Pvc o in alluminio

Meglio infissi in legno, in Pvc o in alluminio per un miglior isolamento?

Hai deciso di cambiare gli infissi, ma non sai quali scegliere per il miglior isolamento termico e acustico della tua casa? Ecco una guida semplice e chiara

A parità di spesa, sono meglio gli infissi in legno, in Pvc o in alluminio?

Come effettuare la scelta giusta senza essere un tecnico esperto?

In questa guida scoprirai quali sono le differenze tra le varie tipologie e quali risolvono meglio le problematiche di isolamento termico e acustico delle nostre case.

Procediamo con ordine:

INFISSI IN ALLUMINIO

Sono da sempre ritenuti tra i più moderni ed esteticamente validi in molti contesti architettonici ma hanno lo svantaggio di essere costituiti da un materiale considerato un grande conduttore termico per cui sarebbero da scartare per primi.

In realtà, devi sapere che gli infissi in alluminio di nuova concezione sono realizzati con una specifica soluzione a taglio termico costituita da materiale isolante all’interno del profilo che ne garantisce un buon isolamento termico.

finestra in alluminio

Quelli che si realizzavano in passato erano invece costituiti da semplice alluminio, con tutte le conseguenze disastrose ben note: condense, casa fredda in estate e rovente in estate, rumori dall’esterno che entrano con facilità.

Gli infissi in alluminio di nuova concezione sono infatti a taglio termico, in quanto al loro interno hanno del materiale isolante frapposto tra gli elementi in alluminio.

Tanto più spesso è questo materiale isolante, tanto migliore sarà il livello di isolamento termico e acustico garantito da questi serramenti.

avere una casa fresca in estate e calda in inverno

Come avere una casa fresca in estate e calda in inverno senza spendere una fortuna

ecco la soluzione per te che pretendi il massimo comfort in ogni stagione e vuoi anche risparmiare

Se desideri avere una casa fresca in estate e calda in inverno e non vuoi tenere continuamente accesi condizionatori o termosifoni (perché sei stanco di spendere un sacco di soldi per pagare bollette di luce e gas sempre più care), quest’articolo è fatto apposta per te!

Ti svelerò infatti come garantirti il massimo comfort possibile in casa in ogni stagione e risparmiare fino al 50% sulla spesa energetica.

Sono sicuro che hai già tentato molte strade per avere una casa fresca in estate e calda in inverno senza spendere un occhio della testa, ma, se stai leggendo questo articolo, molto probabilmente il risultato ottenuto non è quello sperato.

E lo dico con una certa dose di certezza perché ci sono passato anch’io che ad esempio in casa mia ho installato i migliori climatizzatori possibili e una moderna caldaia a condensazione, ma le cose non sono cambiate granché.

Una volta spento il condizionatore o i termosifoni dopo ore ed ore di esercizio, infatti, il comfort raggiunto svanisce in poco meno di mezz’ora.. 

Come sicuramente saprai, questo fenomeno purtroppo si manifesta a causa dell’elevato livello di dispersioni termiche presenti in casa.

In tanti sono andati alla ricerca di una soluzione per tentare di arginare il fenomeno ed avere una casa fresca in estate e calda in inverno: in tanti propongono di installare termostati ovunque, altri si limitando ad offrire rimedi casalinghi e artigianali, altri ancora semplicemente vanno sul commerciale e consigliano di acquistare elettrodomestici classe A++.

Ecco le proposte più comuni presenti sul mercato:

:> Installare Termostati sui termosifoni: si tratta di sistemi che ottimizzano il funzionamento dei caloriferi in funzione della temperatura di ciascuna stanza, ma purtroppo il risultato in termini di risparmio energetico non supera il 5% e il problema del comfort abitativo non viene risolto.

> Tenere sempre le Finestre chiuse: rientra tra le soluzioni spesso più utilizzate, ma la conseguenza è che, se da un lato la casa si riscalda o si raffredda più lentamente a seguito dello spegnimento delle fonti di fresco o di calore, da un altro lato presenta lo svantaggio di contribuire a generare muffe sui muri e aria poco salubre in casa.

> Installare Elettrodomestici classe A++: questo tipo di intervento sicuramente fa risparmiare qualcosina sulle bollette ma non risolve il problema delle dispersioni termiche, per cui anche in questo caso, il problema rimane irrisolto.

Come vedi, si tratta di soluzioni prendi-tempo (peraltro anche costose) che non risolvono radicalmente il problema delle dispersioni termiche e del mancato comfort in casa.

Per affrontare la questione in maniera efficace, dobbiamo partire dal problema: le dispersioni termiche:

in cosa consistono le dispersioni termiche?

Con questo termine s’indica la quantità di energia impiegata per il riscaldamento o il raffreddamento della casa che però viene persa a causa di ponti termici, finestre poco isolanti, vetri dei serramenti inefficienti e soglie passanti.

È stato stimato infatti che le finestre possano incidere fino al 25% nello spreco d’energia per la climatizzazione di appartamenti e ville.

Ad incidere negativamente sulla scarsa qualità dell’isolamento termico della casa concorre sia una bassa qualità della tipologia di infissi sia una posa in opera non professionale, nonostante qualcuno ti abbia parlato di “installazione qualificata o a regola d’arte”.

quindi, quali sono i migliori infissi per avere una casa fresca in estate e calda in inverno senza spendere UNA FORTUNA?

Di base, i migliori infissi devono possedere le seguenti caratteristiche:

» Basso coefficiente di trasmittanza termica Uw;
» Sistema di microventilazione per un corretto passaggio dell’ aria senza dispersione di calore;
» Distanziatore del vetro camera in materiale isolante (warm edge).

Ma chiaramente tutto ciò non può bastare.

Occorre che i nuovi serramenti vengano installati con sistema posa in opera certificata che è l’unica ad essere vigilata da ente terzo super partes e l’unica a tener conto di una serie di parametri di valutazione per un risultato efficace e duraturo, anche in condizioni climatiche estreme (come vicinanza al mare, caldo o freddo eccessivo, scarsa manutenzione, ecc).

Inoltre, l’isolamento dell’abitazione con i nuovi infissi deve essere tale da GARANTIRE quanto segue:

  1. Contenimento delle perdite di fresco prodotto dai climatizzatori
  2. Contenimento delle perdite di calore prodotto dai termosifoni
  3. Respingimento del calore proveniente dall’esterno
  4. Respingimento dell’umidità esterna
  5. Isolamento da spifferi dovuti ai forti venti
  6. Comfort termo-igrometrico interno
  7. Eliminazione dei principali ponti termici
  8. Assenza di umidità naturale.

Per fare tutto ciò ed avere una casa fresca in estate e calda in inverno senza spendere una fortuna, HAI DUE STRADE DA PERCORRERE:

La PRIMA è quella di sostituire i vecchi serramenti con finestre di nuova generazione che in genere vengono garantite per 10 anni, ma detta garanzia RIGUARDA SOLO I MATERIALI E NON IL RISULTATO di una casa più confortevole senza spendere un occhio della testa in bollette.

La SECONDA STRADA è quella invece di risolvere alla radice i problemi di dispersioni termiche ed eliminare completamente tutti i PONTI TERMICI, assicurare la CORRETTA MICRO VENTILAZIONE e perseguire il corretto bilanciamento di UMIDITA’ in casa.

Il sistema Finestre Senza Pensieri è l’unico in Italia che ti GARANTISCE per almeno 30 anni IL RISULTATO di una casa confortevole in ogni stagione e un RISPARMIO ENERGETICO pari ad almeno il 50% in termini di spesa per bollette in meno per consumo di luce e gas.

Finestre Senza Pensieri ti garantisce PER ISCRITTO PER 30 ANNI di avere una casa fresca in estate e calda in inverno, risparmiando sui consumi e migliorando sensibilmente la tua qualità della vita.

Per saperne di più, clicca sul seguente link ==> www.finestresenzapensieri.it

Finestre per sempre come il primo giorno: l’importanza di farselo garantire

Ecco come combattere l’invecchiamento delle finestre che, anche se nuove, perdono anno dopo anno i valori di isolamento termico e acustico per cui le avevi acquistate

Che significa avere sempre “finestre per sempre come il primo giorno”? 

Per risponderti devo fare innanzitutto una piccola premessa: la maggior parte di coloro che acquista infissi o finestre ignora il fatto che, trascorsi i primi 2 anni, inizia un processo di lento degrado dei componenti e dei materiali che annulla i benefici dell’investimento.

Questo fenomeno, comune a tutti gli elementi che compongono un’abitazione, induce un’inesorabile perdita delle qualità e delle prestazioni degli infissi.

Ciò significa che, se ad esempio hai installato nuove finestre per avere una casa più confortevole, il comfort desiderato è destinato a diminuire anno dopo anno. Con il tempo, cioè torneranno gli spifferi, le condense e si ridurrà progressivamente la capacità di isolamento dei tuoi nuovi infissi.

Per queste ragioni, sarebbe più giusto acquistare infissi da chi ti garantisce PER ISCRITTO finestre per sempre come il primo giorno.

“Finestre per sempre come il primo giorno” significa in pratica che rimarranno belle e “performanti” anche dopo 30 anni!   

Quali Garanzie pretendere sul montaggio di finestre e infissi?

Ogni rivenditore di finestre, ogni serramentista serio e affidabile dovrebbe assicurarti PER ISCRITTO almeno queste 3 garanzie affinché la tua casa sia confortevole, sicura e silenziosa 

Se sei alla ricerca di precise garanzie su finestre e infissi in grado di assicurarti una casa confortevole, sicura e silenziosa e vuoi essere sicuro di affidarti alle persone giuste, questo articolo fa per te.

Per farti comprendere al meglio in quale tipo di palude rischi di infilarti se non stai bene attento, è necessario che ti spieghi un attimo come funziona il sistema dei comuni serramentisti e rivenditori di finestre e infissi che trovi in giro.

Ti svelerò il retroscena del mercato dei serramenti italiano e capirai perché è meglio affidarsi ad un sicuro sistema di garanzie invece che a semplici rivenditori o produttori di finestre.

Casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti garantite 3 volte

Ecco la storia di Andrea: l’uomo che ha cambiato (in meglio) la vita della sua famiglia in casa senza opere murarie e costosi interventi di isolamento termico

Andrea e la sua famiglia abitano al diciannovesimo piano di un condominio in città. Alcuni mesi fa si è rivolto alla mia azienda per richiedere una consulenza finalizzata ad avere una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti.

Lamentava questi problemi:
1) un’incredibile quantità di spifferi dalle finestre;
2) riscaldamenti o condizionatori perennemente accesi;
3) elevati consumi di gas e luce.

I primi due problemi erano particolarmente urgenti da risolvere in considerazione del fatto che il loro figlio è un bimbo molto piccolo che
occorre proteggere dai continui sbalzi termici, dagli spifferi e dalle conseguenze di queste due cose messe insieme.

Il fatto di avere una casa fredda in inverno e calda in estate costringeva i genitori ad un utilizzo smodato dei termosifoni e dei condizionatori, praticamente perennemente accesi.

Così, nei mesi invernali, non potendo tenere accesi i termosifoni 24 ore su 24, il piccolo si raffreddava per via del fatto che l’appartamento si gelava subito dopo averli spenti.
E di notte, bastava che si scoprisse un pochino per prendere tutto il freddo nel quale la casa sprofondava.

In estate, le cose andavano ancora peggio.
Infatti, i condizionatori erano continuamente accesi nel tentativo di stemperare l’eccesso di calore nell’appartamento.

Anche in questo caso, il bimbo risentiva dell’aria quasi sempre viziata e degli sbalzi termici tutte le volte che andava sul balcone oppure quando usciva da casa.

Come se non bastasse, l’eccessivo ricorso ai termosifoni e ai climatizzatori produceva un consumo incredibile di energia con conseguenti bollette insostenibili e costose.

Andrea nel frattempo aveva intuito perfettamente che tutti questi problemi erano causati dall’incapacità delle vecchie finestre di proteggere la casa dal vento, dal freddo e dal caldo a causa del loro basso potere isolante.

Così, informandosi su Internet, aveva provato ad ovviare al problema inserendo delle guarnizioni aggiuntive ma la situazione sembrava immutata.

In un secondo momento, aveva pensato anche di ricorrere ai cosiddetti “doppi infissi” ma aveva subito capito che si sarebbe trattato di una spesa inutile che avrebbe peraltro alterato l’estetica del suo appartamento.

Stanco della situazione, ha iniziato a fare un giro tra i vari rivenditori di infissi alla ricerca di una soluzione economica o di qualcuno che gli risolvesse i problemi in casa.
Ma ha incontrato solo gente che puntava a vendergli qualcosa o ad offrirgli un banale preventivo, senza cioè calarsi nei suoi panni e affrontare tecnicamente il problema.

A quel punto ha capito che era inutile perdere ancora altro tempo e ha deciso di rivolgersi alla mia azienda, Windor.
Qui ha incontrato Luca, uno dei consulenti personali presenti nelle sedi di Taranto e Crispiano che ha iniziato a porre le giuste domande al fine di comprendere seriamente il problema.

Infatti, la sostituzione delle finestre in sè non avrebbe risolto radicalmente i problemi di Andrea, ma li avrebbe solo temporaneamente tamponati.

Ecco, dunque, come ho trasformato l’incubo di Andrea in una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti: per prima cosa, ho chiamato il mio staff tecnico e insieme abbiamo fatto un’analisi approfondita delle problematiche presenti mediante un sopralluogo con appositi tester che hanno rilevato l’entità del danno.

Dopodiché, ho progettato la soluzione più adatta.

In particolare, non mi sono limitato a proporre la sostituzione degli infissi (la qual cosa avrebbe risolto solo in parte le problematiche) ma ho valutato insieme alla cliente l’intero sistema finestra, comprendente cioè lo studio e l’eliminazione dei ponti termici mediante la cosiddetta POSA IN OPERA CERTIFICATA.

Quest’ultima infatti consente di approcciare al problema in maniera più precisa ed accorta sulla base di precise procedure concordate e vigilate da un ente esterno (IFT di Rosenheim) che ne controlla tutte le singole fasi operative di attuazione.

Infine, ho applicato a questo la mia formula Finestre Senza Pensieri, l’unica in Italia che garantisce una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti

Nella mia azienda Windor (www.windor.it), io infatti metto a disposizione un preciso sistema di consulenza tecnica che affronta scientificamente la questione degli spifferi e una GARANZIA DI RISULTATO POSTA PER ISCRITTO (in pratica, sono l’unico a garantirti che quelle finestre saranno ancora come il primo giorno anche dopo molti anni) ==> Scopri di più: http://finestresenzapensieri.it .

Andrea oggi gode di una casa confortevole!
Nel video spiega proprio come oggi abbia una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti, con la conseguenza di dover accendere sempre più raramente i sistemi di riscaldamento o di condizionamento.

Tutto ciò si è tradotto anche in un considerevole abbattimento delle spese per bollette di luce e gas! Infatti, Andrea oggi può risparmiare il 50% sulle bollette energetiche!

In poche parole, Andrea ha scelto per la sua casa la formula Finestre Senza Pensieri, il sistema con triplice garanzia per installare i propri nuovi infissi isolanti con posa in opera certificata e controllata da ente esterno.

Se vuoi contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Finestre economiche e marcatura CE: via ai controlli della Guardia di Finanza

C’è sempre un motivo per cui le cose costano meno: finalmente sono stati avviati i necessari controlli su infissi di dubbia qualità e provenienza

“I controlli sono iniziati! A seguito di un periodo di prime verifiche sul campo, anche a seguito della nuova Legge n. 106/2017 avremo modo di fare controlli ad ampio spettro su tutto il territorio nazionale, al fine di individuare e reprimere eventuali illeciti per chi immette sul mercato serramenti privi di marcatura CE”, ha spiegato Tenente Colonnello Pietro Romano del S.I.A.C. (Sistema Informativo Anticontraffazione della Guardia di Finanza) ai giornalisti di Serramentinews (https://www.serramentinews.it), uno dei più importanti portali di informazione sul mondo degli infissi “ ne riporta oggi la notizia.

Chi è alla ricerca di finestre economiche solitamente cerca un prodotto che faccia il suo dovere in termini di isolamento acustico e termico ma che costi il meno possibile.

Pur comprendendo bene quest’esigenza di risparmiare sul costo degli infissi, mi viene in mente un vecchio adagio: “come spendi mangi“. Ed in effetti, è sempre più dura contemperare le esigenze economiche con quelle di risultato.

Quello che però non deve sfuggire è che l’investimento sui serramenti rappresenta uno dei fattori chiave del miglioramento della qualità della vita in casa. Per cui, se proprio vuoi acquistare finestre economiche, devi essere particolarmente attento quanto meno a capire cosa ti stanno rifilando.

Faccio una premessa: io non ho nulla in contrario con la legittima ricerca del risparmio economico, anzi, sono il primo a fare un passo avanti se posso in qualche modo avvantaggiare i miei clienti. Ma c’è modo e modo di risparmiare, nel senso che, se ciò implica un danno potenziale per la salute o la sicurezza delle persone, allora è meglio pensarci due volte.

Come ho sempre ribadito, le finestre sono un articolo molto tecnico sia dal punto di vista della materia prima che da quello della sua formulazione soprattutto in fase di assemblaggio. E più la progettazione e la produzione di un materiale è complessa e più i costi aumentano. Perciò, se la differenza di costo tra gli infissi di vari produttori/assemblatori è notevole ed evidente, molto probabilmente ciò nasconde qualche magagna.

In genere sono 3 le magagne in questione:

  1. Materiali coperti da garanzie brevi – circa 2 anni;
  2. Posa in opera a regola d’arte o qualificata – assenza di vigilanza;
  3. mancanza di MARCATURA CE sui serramenti.

In particolare, l’assenza di marcatura CE è la principale fonte di rischi per chi acquista finestre economiche: detta marcatura assicura che l’infisso è stato costruito rispettando una serie di norme internazionali che ne disciplinano l’uso di materiali e il loro assemblaggio.

Chi non rispetta queste norme riesce a risparmiare fino al 60% sul costo globale di produzione e a mettere sul mercato un prodotto altamente pericoloso per molteplici fattori.

In mancanza della marcatura CE, è molto probabile che le tue finestre economiche siano NOCIVE o che addirittura mettano a repentaglio la tua SICUREZZA in casa.

I controlli della Guardia di Finanza ci fanno ben sperare perché mettono fine ad un’epoca fatta di improvvisazione e di criminalità in un settore che invece dovrebbe garantire elevati standard di qualità alla gente che decide di installare nuove finestre per migliorare la propria vita in casa.

Se vuoi avere maggiori informazioni in merito e desideri contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

WINDOR S.R.L.
San Giorgio Jonico – TARANTO
Via Amilcare Cipriani km 0,800 z.i.

(+39) 099 8110951

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright © 2020 Windor S.R.L. | P. IVA 02361920735 | Marketing e Comunicazione a cura di Imprenditori di Successo + Studiosoft