fbpx

Quanto costa sostituire gli infissi? Quando cambiare le finestre di casa?

Se stai pensando di sostituire gli infissi e desideri il miglior risultato possibile per la tua famiglia e la tua casa, allora quest’articolo fa per te.

Senza troppi giri di parole, il motivo principale per cui bisogna sostituire gli infissi è che non sono affatto prestanti!

Che vuol dire? Mica le finestre sono come le automobili che hanno delle prestazioni“, mi chiederai…

Infissi NON prestanti vuol dire che, nonostante possano essere ancora belli e funzionali, non sono in grado di fungere da barriera tra l’interno e l’esterno della tua abitazione.

Ti accorgi che i tuoi vecchi infissi non sono prestanti, quando noti che si verifica anche solo una di queste 4 cose:

  • fanno la condensa (goccioline d’acqua) all’interno del vetro; 
  • entrano i rumori esterni;
  • entra aria fredda in inverno;
  • entra aria calda in estate.

Aumenti a raffica su luce e gas: come difendersi dalle nuove stangate

a settembre, ci aspetta una nuova stangata secondo l’Autorità di Regolazione per l’Energia: ecco come difendersi da aumenti su luce e gas e migliorare la qualità della vita in casa

(foto di copertina: quifinanza.it)

A causa delle tensioni internazionali e della conseguente forte accelerazione delle quotazioni del petrolio, i prezzi all’ingrosso dell’energia determineranno nuovi rincari sul costo dell’energia.

Già da luglio, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha fatto sapere che la spesa per l’energia per la famiglia tipo in tutela registrerà un incremento del 6,5% per l’energia elettrica e dell’8,2% per il gas naturale.

Nel periodo tra il primo ottobre 2017 e il 30 settembre 2018, per una famiglia la bolletta gas aumenterà di circa 1.050 euro. Per quanto riguarda la bolletta dell’elettricità, invece, il rincaro sarà di 537 euro (fonte: ilgiornale.it)

Questa brutta notizia non ci voleva proprio!

Ogni giorno ci riempiono di tasse e balzelli e quest’ennesimo annuncio non ti fa piacere.. Già paghi un botto per mantenere l’auto, pagare la benzina che, chissà perché, aumenta sempre..

Non c’è giorno che passa e ti senti sempre più frustrato da tutti questi aumenti ingiustificati che hanno il solo scopo di alleggerire le tasche di chi, come te, fa i salti mortali per cercare di mettere qualcosa da parte, visto che anche sul tema pensioni l’incognita resta bella grande.

Allora come difendersi da aumenti su luce e gas e migliorare la qualità della vita in casa, considerando che non hai proprio voglia di rinunciare al fresco di un climatizzatore o al tepore tutte le volte che, in inverno, rientrerai a casa?

Ci sono due modi per affrontare la questione:

  1. rinunciare al comfort in casa
  2. provare ad isolare la casa

La prima soluzione mi sembra abbastanza chiara ma richiede grande forza di volontà e abnegazione. Forse si può attenuare il dolore di una simile scelta coraggiosa facendo ricorso a dei buoni ventilatori e stufe…

Di certo però, oltre ad essere ventilatori e stufe elettrodomestici ingombranti, prova ad immaginare la faccia degli amici che ti vengono a far visita e trovano il soggiorno pieno di questi arnesi… e poi pensa anche al fatto di quanto stufe e ventilatori incidano negativamente sulla qualità della vita..

Perciò forse è meglio pensare alla seconda soluzione: isolare casa per difendersi da aumenti su luce e gas ..

Ma anche qui c’è un intoppo: hai idea di quanto possa costare un buon isolamento di pareti e pavimenti?

Te lo dico io che lavoro da quasi 30 anni nel settore dell’edilizia: tanto, tantissimo.

Inoltre, i pannelli isolanti possono impattare negativamente sullo spazio a disposizione, riducendo fortemente gli spazi vitali sia in larghezza che in altezza.

Come se non bastasse, l’investimento per l’applicazione di detti pannelli sarebbe così elevato da annullare i benefici in termini di risparmio economico sulle bollette. Di questi tempi, meglio risparmiare quei soldi per qualcosa di più utile..

Spesso infatti in pochi si accorgono del fatto che la strada più breve, economica e agevole per  difendersi da aumenti su luce e gas è quella di intervenire sul primo vero fattore di debolezza di una casa: la finestra e gli infissi!

Se sono obsoleti, degradati o installati male, gli infissi rappresentano la prima causa di dispersione termica di una casa!

Infissi ad alta dispersione termica sono un male comune nella maggior parte delle ville e degli appartamenti costruiti in Italia dagli anni 60 in poi. Si salvano solo gli edifici costruiti negli ultimi 6/8 anni.

Purtroppo, nei tempi passati non si aveva abbastanza cognizione del problema e la progettazione spesso trascurava gli aspetti tecnici legati ad una finestra montata male oppure realizzata senza criterio.

Così oggi si è scoperto che una o due guarnizioni o un semplice taglio termico non sono sufficienti a garantire un buon isolamento da caldo, freddo e rumori.

E di questo ce ne accorgiamo tutti quando c’è da difendersi da aumenti su luce e gas.

Un infisso costruito o installato male costituisce infatti la prima fonte di dispersione di calore o di fresco rispettivamente in inverno e in estate.

E quando la dispersione è elevata, significa che il condizionatore d’aria dovrà lavorare di più per mantenere la giusta temperatura in casa. Idem quando è inverno e la casa diventa subito fredda.

Ma veniamo al nocciolo della questione: come difendersi da aumenti su luce e gas ed aumentare la qualità di vita in casa?

Come dicevo prima, occorre guardare all’elemento finestra e capire se il problema è causato o meno da un avanzato stato di usura, una cattiva installazione o da un certo livello di obsolescenza.

Quindi prima di tutto, occorre concordare un sopralluogo con un tecnico certificato possibilmente munito di termocamera.

Un esame attento del sistema finestra e dei punti di debolezza dell’appartamento può mettere in luce le criticità connesse agli elevati consumi e alla possibilità di difendersi da aumenti su luce e gas.

La mia azienda è a disposizione di tutti coloro desiderino capire se il problema delle dispersioni termiche dipenda o meno dai fattori su enunciati.

I sopralluoghi sono GRATUITI e SENZA IMPEGNO.

Non hai nessun obbligo se non quello di concedere ai nostri tecnici un po’ del tuo tempo per analizzare correttamente tutte le criticità connesse al tuo sistema finestra.

E’ questa un’opportunità che offriamo a tutti per il solo mese di agosto e settembre, cioè prima che arrivi l’autunno e, con esso, il vento e le forti piogge che, proprio a causa delle finestre mal funzionanti, sono anche responsabili del formarsi di muffe sulle pareti.

CHIAMA SUBITO lo 0998110951 e per prenotare adesso un sopralluogo GRATUITO E SENZA IMPEGNO da parte miei tecnici muniti specializzati nel sistema FINESTRE SENZA PENSIERI!

Finestre Senza Pensieri è il sistema unico in Italia che garantisce di avere per 30 anni infissi Come il Primo Giorno, di risparmiare fino al 50% sul costo delle bollette e di avere una casa fresca in estate e calda in inverno!

Finestre Senza Pensieri è anche un sistema unico ed originale in Italia che GARANTISCE 3 VOLTE:
» Più COMFORT, BENESSERE E ISOLAMENTO TERMICO E DAI RUMORI dalla strada,
» la TOTALE ELIMINAZIONE DEI PROBLEMI DI MUFFA, CONDENSE, DISPERSIONE TERMICA E SPIFFERI in casa,
» il MASSIMO BENEFICIO in fatto di RISPARMIO ENERGETICO,
» la PIENA SODDISFAZIONE in termini di durabilità, ridotta manutenzione, assenza di opere murarie, soluzione delle criticità

CHIAMA SUBITO lo 0998110951 e per prenotare adesso un sopralluogo GRATUITO E SENZA IMPEGNO da parte miei tecnici muniti specializzati che ti darà modo di comprendere subito, gratis e in maniera autonoma che questa è un’occasione irrinunciabile per cambiare la tua vita, risparmiare un sacco di soldi e difendersi da aumenti su luce e gas!

L’invito ad approfittare subito di questa grande occasione è riservato particolarmente a chi vuole migliorare la vita in casa, specie se sono presenti bambini o anziani, iniziando a risparmiare sino al 50% sulla bolletta della luce e del gas sin dal primo mese!

Non contattarmi se hai casa in affitto o non ti interessa migliorare la qualità della vita tua o dei tuoi famigliari.

Compila il form di contatto che trovi qui sotto per richiedere GRATIS il sopralluogo tecnico. IN OMAGGIO anche l’esclusiva GUIDA ALLA SCELTA DEI NUOVI INFISSI:

[si-contact-form form=’1′]


vuoi ricevere altri consigli?
clicca qui per rimanere sempre aggiornato!

ecco quand’è il momento giusto per sostituire le vecchie finestre

4 semplici test per scoprire da soli quando è il momento giusto di sostituire le vecchie finestre e ottimizzare l’investimento

Le finestre della vostra casa possono garantirvi almeno 25 anni di isolamento acustico, isolamento termico, bellezza e protezione dalle intrusioni. Ma una scarsa manutenzione oppure condizioni ambientali sfavorevoli possono anticipare i tempi di un precoce deterioramento che dà luogo a spifferi, punti di deboli e prestazioni mediocri sul fronte del risparmio energetico.

E allora, come capire quando è il momento giusto per sostituire le vecchie finestre?
Si incomincia da alcuni piccoli e semplici test.
Pronti?
Ecco i 4 test.
1. Test dell’accendino;
2. Test della carta;
3. Test del nottolino di chiusura a fungo;
4. Test dei materiali.

Cominciamo dal Test dell’accendino, che serve per capire se i vetri dei vostri vecchi serramenti isolano bene dal calore e dal rumore. Avvicinandosi al vetro bisogna semplicemente accendere la fiamma dell’accendino. Poi, guardando di traverso dal lato bisogna osservare come la fiamma si riflette sul vetro.

PRIMO TEST. ISOLAMENTO ACUSTICO
Quante fiamme si vedono sul vetro e quanto sono distanziate tra loro?

2 fiamme: vetro singolo, il rumore viene abbattuto di 25 decibel, quindi l’isolamento acustico è molto scarso.
4 fiamme, uguale distanza tra di loro: doppio vetro standard, il rumore viene abbattuto di circa 30-35 decibel. Questa è una protezione adatta ad abitazioni che si trovano in strade secondarie
4 fiamme, distanza disuguale: vetro fonoisolante, il rumore viene abbattuto di circa 40-43 decibel, schermando anche il frastuono di una strada principale.

SECONDO TEST. ISOLAMENTO TERMICO.
Quante fiamme si vedono e di che colore sono?

2 fiamme dello stesso colore: vetro singolo, i serramenti hanno più di 40 anni e non sono isolati. La dispersione termica è 5 volte maggiore a serramenti moderni.
4 fiamme dello stesso colore, doppio vetro isolante: i serramenti hanno tra i 20 e i 50 anni e hanno una dispersione termica 3 volte superiore a quella dei serramenti moderni.
4 fiamme, di cui una di colore rosso-violetto: doppio vetro con trattamento basso-emissivo. I serramenti hanno al massimo 25 anni e offrono un buon isolamento termico.
6 fiamme, di cui 2 di colore rosso violetto: triplo vetro con doppio trattamento basso emissivo. I serramenti hanno meno di 20 anni e sono isolati in modo ottimale. Non si potrebbe chiedere di più all’isolamento termico
Questo è il primo, semplicissimo test per verificare quando è il momento giusto per cambiare le finestre.
Pronti per il secondo passo?
Il test della carta. Questa prova serve a capire se la tenuta delle finestre è adeguata.
Bisogna semplicemente aprire al finestra e mettere una striscia di carta in un punto del serramento in cui non ci sono scontri di chiusura. Poi richiudere la finestra e provare ad estrarre la striscia di carta, ripetendo il test in più punti.
Si potranno avere due esiti:
• La carta si estrae senza nessun problema, e questa è la cattiva notizia. I serramenti non sono a tenuta, il che significa scarso comfort e uno spreco esagerato di denaro. Fuoriesce il calore ed entrano quegli spifferi fastidiosissimi che ti fanno sentire sempre come se fossi all’aperto.
• La carta si rompe nel tentativo di estrarla, questa è una buona notizia. Perché significa che i serramenti funzionano bene, il freddo rimane fuori e il caldo dentro. Ottimo per il comfort all’interno dell’abitazione e per le tasche.


vuoi ricevere altri consigli?
clicca qui per rimanere sempre aggiornato!


Il TERZO TEST serve invece a capire se i serramenti sono a prova di intrusione. E questo possiamo capirlo dalla forma dei nottolini. È bene ricordare che in oltre l’80% dei casi, i ladri entrano in casa da una finestra. Ma se non riescono ad aprirla entro 5 minuti desistono dal continuare.
Quindi, apriamo le finestre e osserviamo la forma dei nottolini presenti sulle ante:

Nottolini di chiusura non a fungo: i serramenti non sono per niente sicuri, ciò significa che le finestre possono essere scardinate in meno di 10 secondi.
Almeno due nottolini a forma di fungo: questa è la protezione antieffrazione base, comunque difficile da scardinare.
Punti di chiusura multipli e vetri di sicurezza: questo è il top della protezione. In un serramento di dimensioni normali fino a nove scontri di chiusura e robuste lastre di vetro stratificato garantiscono la massima sicurezza. Lo scasso diventa quasi impossibile.

Il QUARTO TEST è utile per capire quando è il momento giusto per sostituire le vecchie finestre, quello dei materiali, riguarda la questione estetica.
La domanda è: ci sono difetti visibili?

Vernice scrostata e fessure: se i serramenti di legno non vengono levigati e riverniciati periodicamente, vento e intemperie intaccano il materiale. La vernice si scrosta e si formano fessure che fanno marcire il legno.
Condensa: la superficie dei vetri isolati male rimane fredda rispetto a quella dell’ambiente e si forma la condensa. Cosa che favorisce lo sviluppo di muffe che fanno marcire il telaio, oltre a creare problemi di salute a chi abita la casa.

Questi sono i 4 semplici test per capire quando è il momento di sostituire le vecchie finestre.
Non voglio allarmarti, ma se anche solo una delle caratteristiche negative elencate rispecchia ciò che avviene in casa tua e alle tue finestre, beh…sappi che è arrivato il tempo di agire. I serramenti vecchi e mal funzionanti non servono a nessuno, né a te né ai tuoi risparmi. Probabilmente stai continuando a fare la gioia di qualche malintenzionato. Ma puoi fare qualcosa di importante. Chiedere il sopralluogo da parte di un nostro esperto e poi procedere alla sostituzione delle finestre.

Se vuoi mettere le mani sul sistema di sostituzione di infissi più innovativo del mondo per quanto riguarda la soluzione di tutti i problemi connessi a spifferi, infiltrazioni d’acqua, isolamento termico e acustico, clicca QUI e ottieni tutto ciò che ti serve per verificare le informazioni che trovi in giro tra i vari rivenditori di finestre e prendere la decisione giusta senza buttare soldi dalla finestra.

Per rientrare tra le fortunatissime persone che non correranno il rischio di essere fregate, inserisci il tuo nome, cognome, telefono ed indirizzo email nella form che trovi qui sotto:
[si-contact-form form=’1′]

I tuoi diritti in materia di privacy sono tutelati da Windor srl nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003) – inviando questo messaggio, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali finalizzato a poter rispondere alla tua richiesta

WINDOR S.R.L.
San Giorgio Jonico – TARANTO
Via Amilcare Cipriani km 0,800 z.i.

(+39) 099 8110951

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright © 2020 Windor S.R.L. | P. IVA 02361920735 | Marketing e Comunicazione a cura di Imprenditori di Successo + Studiosoft