fbpx

Finestre per sempre come il primo giorno: l’importanza di farselo garantire

Ecco come combattere l’invecchiamento delle finestre che, anche se nuove, perdono anno dopo anno i valori di isolamento termico e acustico per cui le avevi acquistate

Che significa avere sempre “finestre per sempre come il primo giorno”? 

Per risponderti devo fare innanzitutto una piccola premessa: la maggior parte di coloro che acquista infissi o finestre ignora il fatto che, trascorsi i primi 2 anni, inizia un processo di lento degrado dei componenti e dei materiali che annulla i benefici dell’investimento.

Questo fenomeno, comune a tutti gli elementi che compongono un’abitazione, induce un’inesorabile perdita delle qualità e delle prestazioni degli infissi.

Ciò significa che, se ad esempio hai installato nuove finestre per avere una casa più confortevole, il comfort desiderato è destinato a diminuire anno dopo anno. Con il tempo, cioè torneranno gli spifferi, le condense e si ridurrà progressivamente la capacità di isolamento dei tuoi nuovi infissi.

Per queste ragioni, sarebbe più giusto acquistare infissi da chi ti garantisce PER ISCRITTO finestre per sempre come il primo giorno.

“Finestre per sempre come il primo giorno” significa in pratica che rimarranno belle e “performanti” anche dopo 30 anni!   

Quali Garanzie pretendere sul montaggio di finestre e infissi?

Ogni rivenditore di finestre, ogni serramentista serio e affidabile dovrebbe assicurarti PER ISCRITTO almeno queste 3 garanzie affinché la tua casa sia confortevole, sicura e silenziosa 

Se sei alla ricerca di precise garanzie su finestre e infissi in grado di assicurarti una casa confortevole, sicura e silenziosa e vuoi essere sicuro di affidarti alle persone giuste, questo articolo fa per te.

Per farti comprendere al meglio in quale tipo di palude rischi di infilarti se non stai bene attento, è necessario che ti spieghi un attimo come funziona il sistema dei comuni serramentisti e rivenditori di finestre e infissi che trovi in giro.

Ti svelerò il retroscena del mercato dei serramenti italiano e capirai perché è meglio affidarsi ad un sicuro sistema di garanzie invece che a semplici rivenditori o produttori di finestre.

Casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti garantite 3 volte

Ecco la storia di Andrea: l’uomo che ha cambiato (in meglio) la vita della sua famiglia in casa senza opere murarie e costosi interventi di isolamento termico

Andrea e la sua famiglia abitano al diciannovesimo piano di un condominio in città. Alcuni mesi fa si è rivolto alla mia azienda per richiedere una consulenza finalizzata ad avere una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti.

Lamentava questi problemi:
1) un’incredibile quantità di spifferi dalle finestre;
2) riscaldamenti o condizionatori perennemente accesi;
3) elevati consumi di gas e luce.

I primi due problemi erano particolarmente urgenti da risolvere in considerazione del fatto che il loro figlio è un bimbo molto piccolo che
occorre proteggere dai continui sbalzi termici, dagli spifferi e dalle conseguenze di queste due cose messe insieme.

Il fatto di avere una casa fredda in inverno e calda in estate costringeva i genitori ad un utilizzo smodato dei termosifoni e dei condizionatori, praticamente perennemente accesi.

Così, nei mesi invernali, non potendo tenere accesi i termosifoni 24 ore su 24, il piccolo si raffreddava per via del fatto che l’appartamento si gelava subito dopo averli spenti.
E di notte, bastava che si scoprisse un pochino per prendere tutto il freddo nel quale la casa sprofondava.

In estate, le cose andavano ancora peggio.
Infatti, i condizionatori erano continuamente accesi nel tentativo di stemperare l’eccesso di calore nell’appartamento.

Anche in questo caso, il bimbo risentiva dell’aria quasi sempre viziata e degli sbalzi termici tutte le volte che andava sul balcone oppure quando usciva da casa.

Come se non bastasse, l’eccessivo ricorso ai termosifoni e ai climatizzatori produceva un consumo incredibile di energia con conseguenti bollette insostenibili e costose.

Andrea nel frattempo aveva intuito perfettamente che tutti questi problemi erano causati dall’incapacità delle vecchie finestre di proteggere la casa dal vento, dal freddo e dal caldo a causa del loro basso potere isolante.

Così, informandosi su Internet, aveva provato ad ovviare al problema inserendo delle guarnizioni aggiuntive ma la situazione sembrava immutata.

In un secondo momento, aveva pensato anche di ricorrere ai cosiddetti “doppi infissi” ma aveva subito capito che si sarebbe trattato di una spesa inutile che avrebbe peraltro alterato l’estetica del suo appartamento.

Stanco della situazione, ha iniziato a fare un giro tra i vari rivenditori di infissi alla ricerca di una soluzione economica o di qualcuno che gli risolvesse i problemi in casa.
Ma ha incontrato solo gente che puntava a vendergli qualcosa o ad offrirgli un banale preventivo, senza cioè calarsi nei suoi panni e affrontare tecnicamente il problema.

A quel punto ha capito che era inutile perdere ancora altro tempo e ha deciso di rivolgersi alla mia azienda, Windor.
Qui ha incontrato Luca, uno dei consulenti personali presenti nelle sedi di Taranto e Crispiano che ha iniziato a porre le giuste domande al fine di comprendere seriamente il problema.

Infatti, la sostituzione delle finestre in sè non avrebbe risolto radicalmente i problemi di Andrea, ma li avrebbe solo temporaneamente tamponati.

Ecco, dunque, come ho trasformato l’incubo di Andrea in una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti: per prima cosa, ho chiamato il mio staff tecnico e insieme abbiamo fatto un’analisi approfondita delle problematiche presenti mediante un sopralluogo con appositi tester che hanno rilevato l’entità del danno.

Dopodiché, ho progettato la soluzione più adatta.

In particolare, non mi sono limitato a proporre la sostituzione degli infissi (la qual cosa avrebbe risolto solo in parte le problematiche) ma ho valutato insieme alla cliente l’intero sistema finestra, comprendente cioè lo studio e l’eliminazione dei ponti termici mediante la cosiddetta POSA IN OPERA CERTIFICATA.

Quest’ultima infatti consente di approcciare al problema in maniera più precisa ed accorta sulla base di precise procedure concordate e vigilate da un ente esterno (IFT di Rosenheim) che ne controlla tutte le singole fasi operative di attuazione.

Infine, ho applicato a questo la mia formula Finestre Senza Pensieri, l’unica in Italia che garantisce una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti

Nella mia azienda Windor (www.windor.it), io infatti metto a disposizione un preciso sistema di consulenza tecnica che affronta scientificamente la questione degli spifferi e una GARANZIA DI RISULTATO POSTA PER ISCRITTO (in pratica, sono l’unico a garantirti che quelle finestre saranno ancora come il primo giorno anche dopo molti anni) ==> Scopri di più: http://finestresenzapensieri.it .

Andrea oggi gode di una casa confortevole!
Nel video spiega proprio come oggi abbia una casa fresca in estate e calda in inverno con finestre isolanti, con la conseguenza di dover accendere sempre più raramente i sistemi di riscaldamento o di condizionamento.

Tutto ciò si è tradotto anche in un considerevole abbattimento delle spese per bollette di luce e gas! Infatti, Andrea oggi può risparmiare il 50% sulle bollette energetiche!

In poche parole, Andrea ha scelto per la sua casa la formula Finestre Senza Pensieri, il sistema con triplice garanzia per installare i propri nuovi infissi isolanti con posa in opera certificata e controllata da ente esterno.

Se vuoi contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Finestre economiche e marcatura CE: via ai controlli della Guardia di Finanza

C’è sempre un motivo per cui le cose costano meno: finalmente sono stati avviati i necessari controlli su infissi di dubbia qualità e provenienza

“I controlli sono iniziati! A seguito di un periodo di prime verifiche sul campo, anche a seguito della nuova Legge n. 106/2017 avremo modo di fare controlli ad ampio spettro su tutto il territorio nazionale, al fine di individuare e reprimere eventuali illeciti per chi immette sul mercato serramenti privi di marcatura CE”, ha spiegato Tenente Colonnello Pietro Romano del S.I.A.C. (Sistema Informativo Anticontraffazione della Guardia di Finanza) ai giornalisti di Serramentinews (https://www.serramentinews.it), uno dei più importanti portali di informazione sul mondo degli infissi “ ne riporta oggi la notizia.

Chi è alla ricerca di finestre economiche solitamente cerca un prodotto che faccia il suo dovere in termini di isolamento acustico e termico ma che costi il meno possibile.

Pur comprendendo bene quest’esigenza di risparmiare sul costo degli infissi, mi viene in mente un vecchio adagio: “come spendi mangi“. Ed in effetti, è sempre più dura contemperare le esigenze economiche con quelle di risultato.

Quello che però non deve sfuggire è che l’investimento sui serramenti rappresenta uno dei fattori chiave del miglioramento della qualità della vita in casa. Per cui, se proprio vuoi acquistare finestre economiche, devi essere particolarmente attento quanto meno a capire cosa ti stanno rifilando.

Faccio una premessa: io non ho nulla in contrario con la legittima ricerca del risparmio economico, anzi, sono il primo a fare un passo avanti se posso in qualche modo avvantaggiare i miei clienti. Ma c’è modo e modo di risparmiare, nel senso che, se ciò implica un danno potenziale per la salute o la sicurezza delle persone, allora è meglio pensarci due volte.

Come ho sempre ribadito, le finestre sono un articolo molto tecnico sia dal punto di vista della materia prima che da quello della sua formulazione soprattutto in fase di assemblaggio. E più la progettazione e la produzione di un materiale è complessa e più i costi aumentano. Perciò, se la differenza di costo tra gli infissi di vari produttori/assemblatori è notevole ed evidente, molto probabilmente ciò nasconde qualche magagna.

In genere sono 3 le magagne in questione:

  1. Materiali coperti da garanzie brevi – circa 2 anni;
  2. Posa in opera a regola d’arte o qualificata – assenza di vigilanza;
  3. mancanza di MARCATURA CE sui serramenti.

In particolare, l’assenza di marcatura CE è la principale fonte di rischi per chi acquista finestre economiche: detta marcatura assicura che l’infisso è stato costruito rispettando una serie di norme internazionali che ne disciplinano l’uso di materiali e il loro assemblaggio.

Chi non rispetta queste norme riesce a risparmiare fino al 60% sul costo globale di produzione e a mettere sul mercato un prodotto altamente pericoloso per molteplici fattori.

In mancanza della marcatura CE, è molto probabile che le tue finestre economiche siano NOCIVE o che addirittura mettano a repentaglio la tua SICUREZZA in casa.

I controlli della Guardia di Finanza ci fanno ben sperare perché mettono fine ad un’epoca fatta di improvvisazione e di criminalità in un settore che invece dovrebbe garantire elevati standard di qualità alla gente che decide di installare nuove finestre per migliorare la propria vita in casa.

Se vuoi avere maggiori informazioni in merito e desideri contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Finestre nuove installate male: le conseguenze disastrose di un investimento sbagliato

Purtroppo non è più sufficiente scegliere gli infissi che ci sembrano migliori per migliorare comfort, sicurezza ed estetica della nostra casa. Ecco tutto quello che devi sapere senza essere un esperto

Sono sempre più frequenti i casi di finestre nuove installate male, cioè quegli infissi che apparentemente sembrano belli e funzionali ma che, una volta posati, rivelano svariate magagne.

Quando si scelgono i nuovi serramenti spesso lo si fa per migliorare l’efficienza energetica della propria casa o per esigenze estetiche oppure per risolvere problematiche legate a spifferi, umidità, muffe, condense e risparmio energetico.

La maggior parte dei rivenditori di finestre o di artigiani locali approfittano della buona fede dei tanti che non hanno una sufficiente conoscenza tecnica del settore, limitandosi a consigliare delle ottime finestre nuove che, pur essendo in apparenza belle e funzionali, vengono poi montate male.

Il guaio è che, quando ci si limita alla semplice sostituzione dei vecchi serramenti, è altamente probabile che i problemi non vengano risolti alla radice in quanto:

  1. non viene effettuato un rilievo con analisi termografica;
  2. non vengono analizzati i ponti termici;
  3. non si tiene conto dei punti deboli associati alle murature;
  4. si ignora la questione connessa ai contro telai;
  5. le soluzioni non vengono testate;
  6. le garanzie si limitano alle sole finestre e non ai risultati nel tempo.

Purtroppo, quando ci si accorge del problema è quasi sempre troppo tardi perché, nel frattempo, sono scadute le garanzie previste per legge e i rivenditori se ne lavano le mani, imputando tutte le responsabilità a te “che probabilmente non hai saputo utilizzarle oppure che non hai fatto la dovuta manutenzione”. E’ chiaro però che queste sono solo scuse.

E siccome non si può pretendere che tu diventi un tecnico dei serramenti per evitare di incorrere in questi guai, ci sono 3 modi per risolvere il problema:

  1. devi necessariamente fidarti delle promesse che ti fanno;
  2. pretendere di eseguire dei test sulle finestre nuove appena montate;
  3. pretendere il rilascio di una serie di garanzie in aggiunta a quelle previste ordinarie previste per legge.

Chiaramente ti sconsiglio vivamente di fidarti dei rivenditori o degli artigiani dei serramenti, perché nella maggior parte dei casi sono solo interessati a venderti quello che hanno a catalogo o nel proprio showroom. In particolare, nel tentativo estremo di carpire la tua fiducia, ti parleranno di posa in opera a regola d’arte o qualificata … praticamente parole al vento, in quanto sia l’una che l’altra vogliono tutto dire tutto e niente.

La cosa migliore che puoi fare quando devi acquistare finestre nuove è PRETENDERE PRECISE GARANZIE IN AGGIUNTA A QUELLE ORDINARIE PREVISTE PER LEGGE. Solo chi veramente non ha nulla da nascondere ti garantirà il risultato atteso.

Mi spiego meglio.

Se la tua casa è afflitta da spifferi oppure è calda in estate e fredda in inverno, la sola sostituzione dei serramenti risolverà solo in parte il problema. E siccome tu vorrai sicuramente risolvere il problema alla radice (e quindi non solo in parte), devi PRETENDERE DAL RIVENDITORE O DALL’ARTIGIANO LA TOTALE SOLUZIONE DELLE PROBLEMATICHE CON GARANZIA DI RISULTATO PER ALMENO 30 ANNI. Ciò ti metterà al riparo dal futuro rischio di spifferi o da una casa fredda in inverno e calda in estate per tutto questo tempo (e non solo per i primi 2 anni).

Perciò, oltre ad assicurarti che le finestre nuove saranno montate con POSA IN OPERA CERTIFICATA (e non semplice posa a regola d’arte o qualificata – che ti ricordo non serve a nulla -), devono:

a) EFFETTUARE TEST SPECIFICI al termine del montaggio;

b) RILASCIARE GARANZIE DI RISULTATO valide per 30 anni.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, ti consiglio di approfondire la questione cliccando sui seguenti link:

COME ELIMINARE GLI SPIFFERI DAGLI INFISSI ==>  http://finestresenzapensieri.it/migliori-finestre-difendersi-spifferi/

COME PREVENIRE ED ELIMINARE LE MUFFE ==>  http://finestresenzapensieri.it/finestre-difendersi-da-muffe/

CI SI PUO’ FIDARE DEGLI INFISSI IN PVC DELL’EST EUROPA?
==> http://finestresenzapensieri.it/infissi-pvc-est-europa/

INFISSI PIU’ CONVENIENTI PER REALIZZARE UNA VERANDA
==> http://finestresenzapensieri.it/infissi-convenienti-veranda/

MEGLIO INFISSI IN LEGNO, IN PVC O IN ALLUMINIO?
==> http://finestresenzapensieri.it/meglio-infissi-legno-pvc-alluminio/

QUALI FINESTRE PER UNA CASA PIU’ LUMINOSA?
==> http://finestresenzapensieri.it/scegliere-migliori-finestre-casa-luminosa/

PREVENIRE O RISOLVERE PROBLEMA CONDENSA SUI VETRI
==> http://finestresenzapensieri.it/condensa-sui-vetri-delle-finestre/

POSA IN OPERA CERTIFICATA: UNA GARANZIA CONTRO LE TRAPPOLE DEI VENDITORI 
==> http://finestresenzapensieri.it/posa-in-opera-certificata-finestre-unico-modo-non-cadere-trappola/

Se vuoi contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Come eliminare gli spifferi dagli infissi in modo definitivo

Ecco come ho risolto il problema degli spifferi in casa di Maria Pia, un appartamento al sesto piano in pieno centro di Taranto

Anche se le temperature miti di questi giorni non fanno certo pensare al freddo e agli spifferi, la primavera è il momento giusto per eliminare gli spifferi dagli infissi in modo da avere una casa più fresca in vista della vicina calda estate.

Quello che molti ignorano è infatti che gli spifferi influiscono negativamente non solo quando è inverno e fa freddo, ma anche in estate, specie quando il clima è anche particolarmente umido, come nel caso di Taranto, una città frequentemente soggetta ai venti di scirocco.

Eliminare gli spifferi dagli infissi è importante anche per:

  1. ridurre i consumi prodotti dalle maggiori esigenze di riscaldamento in inverno (caldaia) e da quelle di raffreddamento in estate (condizionatori);
  2. migliorare il comfort abitativo;
  3. ridurre i rumori provenienti dalla strada.

Nel mercato, sono presenti numerosi metodi per attenuare il problema degli spifferi, ma nessuno di questi lo risolve alla radice e, anzi, rischia addirittura di peggiorare la situazione a causa dell’artificiosità degli interventi sul telaio (doppie guarnizioni o similari).

Per sapere come eliminare gli spifferi dagli infissi in maniera definitiva, ti riporto il caso di Maria Pia, una mia cliente che ha un appartamento al sesto piano di un condominio in pieno centro città a Taranto e che è venuta a trovarmi per risolvere questo tipo di problema.

Dal terzo piano in poi, infatti, la questione degli spifferi è particolarmente sentita a causa della maggiore energia dei venti con cui questi spingono sulle finestre già a queste altezze.

La presenza di spifferi inoltre è indice di un ulteriore problema, ovvero la presenza di interstizi aperti all’interno della finestra e tra questa e il muro sul quale è installata. Ciò nel tempo è causa di infiltrazioni di acqua (in caso di pioggia battente) e del passaggio di rumori provenienti dalla strada.

Quindi, se una casa è piena di spifferi, sarà sicuramente anche rumorosa, poco confortevole e maggiormente esposta ai rischi di muffe (particolarmente nocive per la salute specie di anziani e bambini), in quanto, anche se non ce ne accorgiamo subito, l’acqua penetra gradualmente e, ristagnando negli interstizi, produce proprio questo sgradevole fenomeno.

Ecco, dunque, come ho eliminato gli spifferi a casa di Maria Pia:

Per prima cosa, ho chiamato il mio staff tecnico e insieme abbiamo fatto un’analisi approfondita delle problematiche presenti mediante un sopralluogo con appositi tester che hanno rilevato l’entità del danno.

Dopodiché, ho progettato la soluzione più adatta. In particolare, non mi sono limitato a proporre la sostituzione degli infissi (la qual cosa avrebbe risolto solo in parte le problematiche) ma ho valutato insieme alla cliente l’intero sistema finestra, comprendente cioè lo studio e l’eliminazione dei ponti termici mediante la cosiddetta POSA IN OPERA CERTIFICATA.

Quest’ultima infatti consente di approcciare al problema in maniera più precisa ed accorta sulla base di precise procedure concordate e vigilate da un ente esterno (IFT di Rosenheim) che ne controlla tutte le singole fasi operative di attuazione.

Infine, ho applicato a questo la mia formula Finestre Senza Pensieri, l’unica in Italia che garantisce la soluzione totale ed efficace degli spifferi e dei rumori provenienti dall’esterno. Nella mia azienda Windor (www.windor.it), io infatti metto a disposizione un preciso sistema di consulenza tecnica che affronta scientificamente la questione degli spifferi e una GARANZIA DI RISULTATO POSTA PER ISCRITTO (in pratica, sono l’unico a garantirti che quelle finestre saranno ancora come il primo giorno anche dopo molti anni) ==> Scopri di più: http://finestresenzapensieri.it .

Se vuoi saperne di più, ti consiglio di approfondire cliccando sulle aree che ti riporto qui di seguito:

COME ELIMINARE GLI SPIFFERI DAGLI INFISSI ==>  http://finestresenzapensieri.it/migliori-finestre-difendersi-spifferi/

COME PREVENIRE ED ELIMINARE LE MUFFE ==>  http://finestresenzapensieri.it/finestre-difendersi-da-muffe/

Se vuoi contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Diffidare da infissi in pvc importati dall’est Europa: verità o bugia?

Quanto c’è da fidarsi di quei rivenditori che propongono finestre a basso costo, prodotte in Polonia, Bulgaria, Romania, Repubblica Ceca, ecc .. ?

Un tempo vigeva il detto “come spendi mangi“. In tempi di globalizzazione, quel detto vale ancora?

Da alcuni anni, numerosi rivenditori propongono infissi in pvc importati dall’est Europa a prezzi molto vantaggiosi che sollevano non poche perplessità in chi vuol fare una scelta attenta, considerato l’investimento da affrontare e l’importanza che le finestre rivestono nel rendere la nostra vita un po’ migliore in fatto di comfort, sicurezza e risparmio energetico.

Lavoro da quasi 30 anni nel settore dei serramenti e ti assicuro che ne ho viste di tutti i colori, soprattutto in tempi di crisi, quando cioè sono in tanti gli imprenditori e i commercianti che cercano di sopravvivere sgomitando con la concorrenza e innescando una vera e propria guerra dei prodotti e dei prezzi.

Infatti, come sai, dal 2008 l’Italia è nella morsa di una congiuntura economica negativa che non sembra finire mai; purtroppo sono numerosi i rivenditori generalisti di serramenti che si sono visti ridurre, anno dopo anno, fatturati e margini di guadagno fino al punto in cui, pur di sopravvivere, hanno cercato di spacciare prodotti provenienti dall’Est Europa per infissi di buona qualità, puntando tutto sull’arma del prezzo.

Senza entrare nel merito dei singoli marchi (giacché, quello che ci interessa è la sostanza del problema), avrai di certo notato che sono presenti nel mercato diverse tipologie di finestre a basso costo che, almeno in apparenza, sembrano uguali a tante altre ma ben più costose.

Così ho desiderato andare a fondo alla questione e approfondire se ci si possa fidare o meno di questi infissi in pvc importati dall’est Europa e soprattutto se possono considerarsi al pari dei serramenti di marchi prestigiosi.

Come ho ribadito più volte, la finestra in sé è relativamente importante rispetto al Sistema Finestra complessivo (che comprende la tecnologia di analisi preventiva, l’installazione con posa in opera certificata e la successiva verifica in termini di efficacia rispetto ai risultati di isolamento termico/acustico, estetica durevole nel tempo, di tenuta a vento e pioggia battente e di resistenza ai tentativi di effrazione da parte di ladri e malintenzionati), ma è pur vero che è parte integrante del Sistema Finestra e, in quanto tale, non può non presentare caratteristiche di qualità e durabilità in linea con le esigenze complessive.

Passo subito al dunque e ti elenco tutti i controlli da effettuare per capire se puoi fidarti o meno degli infissi in pvc importati dall’est Europa:

1) Controlla innanzitutto se l’infisso è un “pellicolato”: è fondamentale che il telaio venga prodotto in maniera “co-estrusa”, cioè profilo+guarinizione devono uscire contemporaneamente dall’impianto estrusore;

2) Per rinforzare i profili, vengono spesso usati elementi metallici: accertati che questi ultimi siano almeno di 2 mm di spessore o più, altrimenti correrai il rischio che, nel tempo, le tue finestre si deformino irrimediabilmente;

3) Fai grande attenzione alla tossicità del pvc: molti degli infissi in pvc importati dall’est Europa sono il frutto del riciclo di PLASTICHE TOSSICHE e, per questo, emettono grosse quantità di VOC (particelle volatili invisibili nocive per la salute umana), per cui meglio fidarsi delle aziende che producono infissi in pvc garantiti;

4) DIFFIDA dalla posa in opera a regola d’arte o qualificata perché in Italia non c’è nessun organismo di controllo che vigili sul corretto rispetto della normativa. Perciò, è meglio affidarsi alla POSA IN OPERA CERTIFICATA, in quanto sottoposta a continui controlli da parte dell’istituto IFT di Rosenheim;

5) DIFFIDA da qualunque rivenditore di infissi che non rilascia apposite garanzie di risultato per un periodo pari ad almeno 30 anni sul risultato dell’installazione delle nuove finestre.

In linea di massima, quindi, quel che conta non è la provenienza dell’infisso ma la presenza o meno di tutta una serie di garanzie che ti assicurano vera qualità e durabilità del sistema finestra.

Nella mia azienda Windor srl , infatti, ho messo a punto la formula Finestre Senza Pensieri con posa in opera certificata che è l’unico sistema in Italia che Garantisce per iscritto il risultato desiderato anche dopo molti anni (http://finestresenzapensieri.it).

Se vuoi contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Quali sono gli infissi più convenienti per realizzare una veranda?

a causa dei cambiamenti climatici in atto, assistiamo a fenomeni atmosferici sempre più estremi, per questo occorre individuare gli infissi più convenienti per costruire una veranda confortevole e super resistente

Siamo tutti abbastanza consapevoli della velocità con cui i cambiamenti climatici stanno modificando le nostre abitudini: assistiamo a fenomeni atmosferici sempre più improvvisi e violenti che minacciano seriamente tutto ciò che abbiamo costruito con sacrificio e amore.

La nostra casa è il principale rifugio delle nostre vite, per questo è importante proteggerla con scelte appropriate in grado di controbattere le minacce che provengono dall’esterno, a cominciare dagli agenti atmosferici.

In questo ambito, il ruolo degli infissi appare decisivo in quanto sono il primo baluardo a difesa del nostro mondo. E, nel caso di una veranda o di un balcone, le finestre assumono un aspetto ancora più cruciale.

Vediamo insieme dunque quali sono gli infissi più convenienti per realizzare una veranda o un balcone, al fine di proteggere al meglio i nostri affetti e di assicurarci il massimo comfort possibile anche dopo molti anni dalla prima installazione.

La prima cosa che devi sapere è questa: sbagliare il tipo di infissi può compromettere l’abitabilità della stessa (ambienti freddi in inverno e roventi in estate che ti fanno spendere un sacco di soldi in climatizzazione) e costituire un serio rischio per la sua tenuta in presenza di eventi atmosferici violenti (scarsa resistenza a pioggia, vento, rumori, irraggiamento solare, ecc).

Quindi, la domanda corretta da porsi è la seguente: COME ASSICURARSI UNA VERANDA CONFORTEVOLE E RESISTENTE NEL TEMPO?

Infatti, non basta saper individuare gli infissi più convenienti per realizzare una veranda o un balcone, in quanto il miglior serramento non è in grado di per sé di garantirti un risultato soddisfacente per il raggiungimento di questo tipo obiettivo.

Per realizzare una veranda o un balcone confortevole e resistente nel tempo, bisogna guardare al sistema finestra in grado di garantirti il tipo di risultato che ti aspetti.

Il sistema finestra ideale è il frutto di un’azione combinata tra tecnologia applicata alla struttura, posa in opera degli infissi, scelta tecnica del serramento e serie di test/analisi per valutare l’efficacia del risultato.

Precisato ciò, è importante che tu sappia che il livello di isolamento termico/acustico e di tenuta agli agenti atmosferici non è dato dal singolo infisso ma del sistema finestra di cui sopra.

Pertanto, quando stai per affrontare la scelta degli infissi più convenienti per realizzare una veranda o un balcone, devi tener conto dei seguenti aspetti:

  1. Fattore di isolamento termico (tecnicamente detto trasmittanza termica o Kw): il fatto che questo sia 0,6 o 1,5 influisce relativamente sul risultato finale!
  2. Fattore di tenuta agli agenti atmosferici (tecnicamente espresso in Permeabilità all’aria e Tenuta all’acqua): ad esempio, il fatto che la finestra sia Classe 9A influisce relativamente sul risultato finale!

Al fine di prendere la decisione migliore, cerca di non tener conto dei suddetti valori e invece assicurati che:

a) la veranda venga realizzata mediante un’analisi preventiva dello studio dei venti e dell’esposizione solare e dei ponti termici mediante rilievi elettronici e meccanici;

b) gli infissi per la veranda vengano scelti in base al tipo di risultato tu vuoi ottenere anche in relazione al budget che hai a disposizione;

c) il sistema di installazione preveda la POSA IN OPERA CERTIFICATA (e non genericamente la posa in opera a regola d’arte o qualificata che vuol dire tutto e, nello stesso tempo, assolutamente nulla);

d) al termine dell’installazione vengano condotti TEST E ANALISI DI RISULTATO e rilasciati appositi verbali controfirmati da un tecnico certificato dell’azienda;

e) ti venga fornita una GARANZIA DI ALMENO 30 ANNI sul risultato concordato da raggiungere.

Riguardo, infine, la specifica tipologia di infissi più convenienti per realizzare una veranda o un balcone dipende sia dal risultato estetico che vuoi ottenere sia dal budget a disposizione.

In linea di massima, eccoti un quadro completo delle varie opzioni:

INFISSI IN ALLUMINIO

Sono da sempre ritenuti tra i più moderni ed esteticamente validi in molti contesti architettonici ma hanno lo svantaggio di essere costituiti da un materiale considerato un grande conduttore termico per cui sarebbero da scartare per primi.

In realtà, devi sapere che gli infissi in alluminio di nuova concezione sono realizzati con una specifica soluzione a taglio termico costituita da materiale isolante all’interno del profilo che ne garantisce un buon isolamento termico.

Quelli che si realizzavano in passato erano invece costituiti da semplice alluminio, con tutte le conseguenze disastrose ben note: condense, casa fredda in estate e rovente in estate, rumori dall’esterno che entrano con facilità.

Gli infissi in alluminio di nuova concezione sono infatti a taglio termico, in quanto al loro interno hanno del materiale isolante frapposto tra gli elementi in alluminio.

Tanto più spesso è questo materiale isolante, tanto migliore sarà il livello di isolamento termico e acustico garantito da questi serramenti.

Il lato negativo di questo serramento è dato dal fatto che, per ottenere valori di isolamento di buon livello, occorre spendere molto di più rispetto al più pratico infisso in pvc.


INFISSI IN PVC

A differenza degli infissi in alluminio, quelli in pvc sono realizzati interamente da materiale che per natura è un isolante perfetto, al punto che, anche in presenza di condizioni estreme all’esterno, all’interno avvertiremo una sensazione di grande isolamento.

Ad esempio, se fuori fa molto caldo, tenendo le finestre chiuse nelle ore centrali, ci accorgeremo facilmente che la casa avrà mantenuto una temperatura ottimale anche senza l’impiego dei condizionatori.

Gli infissi in pvc non richiedono manutenzione e costano relativamente poco rispetto ad altre tipologie.

E’ importante però evitare di acquistare infissi in pvc da artigiani o da aziende che non rilasciano particolari certificati che ci assicurano che i materiali di cui sono composti non emettono le cosiddette VOC, particelle volatili altamente tossiche per la salute umana.

Un altro fattore importante è determinato dalla co-estrusione del profilo, ovvero dalla possibilità che il telaio sia prodotto in un’unica soluzione: guarnizione + profilo + finitura esterna.

Accade infatti che i piccoli artigiani o certe aziende dell’Est acquistino i singoli materiali da chissà dove e che poi assemblino le varie parti senza produrre specifiche garanzie contro la tossicità e a favore di una durabilità superiore.


INFISSI IN LEGNO 

Gli infissi in legno sono quelli in assoluto più tradizionali ma hanno il difetto di richiedere una maggiore manutenzione rispetto alle altre tipologie: il loro sottile strato di finitura si corrode facilmente se non viene trattato anno dopo anno.

Inoltre sono tra i più costosi e, per raggiungere i valori di isolamento termico e acustico degli infissi in pvc, richiedono particolari accorgimenti tecnici e tecnologici che ne fanno lievitare il prezzo, rendendoli, almeno da questo punto di vista, meno convenienti.


Come però ti dicevo prima, non conta il singolo serramento ma il SISTEMA FINESTRA.  

Mi spiego meglio: devi sapere che anche un’ottima finestra vale zero se non è stata condotta un’analisi preventiva dei ponti termici, delle criticità a ridosso dei contro-telai o dei punti critici associati alla tipologia di infisso relazionata con l’esposizione agli agenti atmosferici.

E’ per questo motivo che oggi nessuno è disposto a garantirti per 30 anni il fatto che le finestre che stai comperando oggi avranno la stessa valenza prestazionale dopo tutto questo arco di tempo.

Nella mia azienda Windor (www.windor.it), io non solo metto a disposizione tutti i miei tecnici per fornirti tutta la consulenza di cui hai bisogno dall’inizio alla fine, ma sono l’unico a fornirti una GARANZIA DI RISULTATO PER ISCRITTO che dura 30 anni riguardo i valori di isolamento termico e acustico (in pratica, sono l’unico a garantirti che quelle finestre saranno ancora come il primo giorno anche dopo tutto questo tempo).

Nella mia azienda Windor srl , infatti, ho messo a punto la formula Finestre Senza Pensieri con posa in opera certificata che è l’unico sistema in Italia che Garantisce per iscritto il risultato desiderato anche dopo molti anni (http://finestresenzapensieri.it).

Se vuoi saperne di più, ti consiglio di approfondire cliccando sulle aree che ti riporto qui di seguito:

ISOLAMENTO ACUSTICO ==> http://finestresenzapensieri.it/migliori-finestre-isolamento-acustico/

ISOLAMENTO TERMICO ==>   http://finestresenzapensieri.it/finestre-isolamento-termico/

COME TRASFORMARE UN BALCONE IN UNA VERANDA ==> http://finestresenzapensieri.it/trasformare-balcone-veranda/

Se vuoi contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

[si-contact-form form=’1′]

Come scegliere le migliori finestre per avere una casa luminosa

La luce migliora salute e umore; ecco le soluzioni adottate a casa di Mario per far entrare più luce e garantirgli il massimo isolamento termico possibile

I benefici della luce solare sono tanti: il sole allontana lo stress, elimina lʼansia e fa bene a mente e corpo.

C’è ad esempio chi si sottopone a regolari cicli di elioterapia, una terapia basata sull’esposizione ai raggi solari per la cura di disturbi di varia natura.

La straordinaria sensazione di benessere e di tepore che l’esposizione alla luce solare ci dona è il risultato di una complessa interazione tra il sistema fisiologico e i raggi solari.

Allora vediamo come scegliere le migliori finestre per avere una casa luminosa e confortevole.

Il primo consiglio che ti do è certamente di scegliere finestre che agevolano l’ingresso della luce nelle case grazie allo spessore minimo dei propri telai e all’utilizzo di superfici vetrate particolarmente progettate per questo scopo.

Gli infissi più adatti sono quelli ispirati al minimalismo e a valori di sottigliezza tale da consentire alla luce di sfruttare quasi tutta la superficie della finestra senza però intaccare i valori di isolamento termico.

Infatti, spesso molti venditori di infissi propongono soluzioni con profili sottili che però non sono sufficienti a garantire un congruo valore di isolamento termico tale da garantire un buon livello di comfort e risparmio energetico.

Al fine di scegliere le migliori finestre per avere una casa luminosa, è necessario ripensare all’intero sistema finestra attraverso un’accurata ri-progettazione integrale che contempli la rimozione del vecchio telaio.

In genere, molti venditori promettono mari e monti ma nessuno (tranne me) è disposto a garantirti un risultato all’altezza delle aspettative per la tua casa, specie in tutti quei casi in cui hai bisogno sì di avere più luce ma anche di un buon livello di isolamento termico e acustico tale da assicurarti il risparmio energetico tanto anelato.

Come accennavo prima, infatti, molti venditori provano a convincerti del fatto che devi rinunciare a qualcosa, per cui (secondo questi signori) se chiedi una casa più luminosa, non puoi avere una casa ben isolata termicamente.

Niente di più FALSO!

In realtà, puoi avere entrambi i vantaggi senza rinunciare a nulla.

Chiarito tutto ciò, è importante sapere che, per ottenere un ottimale livello di luminosità in casa e avere il massimo in termini di isolamento termico e acustico, devi rivolgerti a chi come me rilascia una specifica GARANZIA PER ISCRITTO.

A differenza dei venditori a cui accennavo prima, con la mia azienda Windor srl ho messo a punto la speciale formula denominata “Finestre Senza Pensieri con posa in opera certificata”, quale unico sistema in Italia che Garantisce per iscritto il risultato desiderato anche dopo molti anni.

Grazie al sistema “Finestre Senza Pensieri”, sono in grado di garantirti luminosità, isolamento termico e acustico con GARANZIA DI RISULTATO MESSA PER ISCRITTO.

Vuoi saperne di più?
Compila il seguente form di contatto:

Condensa sui vetri delle finestre: perchè si forma e come eliminarla

E’ opportuno eliminare la condensa sui vetri delle finestre perché dà origine alla diffusione di muffe ovunque, considerate tossiche per la salute umana

Il fenomeno della condensa sui vetri delle finestre si manifesta sotto forma di piccole gocce d’acqua. La persistenza del problema si traduce nel tempo nella formazione di puntini neri diffusi sugli infissi e sui muri

Questi ultimi si trasformano presto in MUFFA caratterizzata da macchie nere più o meno estese, con relativo danneggiamento del sistema finestra in quando l’umidità corrode le parti interne del telaio.

Se in casa tua sono presenti bambini o anziani, il problema assume una connotazione ancor più grave perché le muffe sono considerate tossiche
La presenza di muffe sulle pareti può dar luogo a diversi sintomi:
» starnuti,
» tosse,
» naso che cola,
» nausea,
» vomito,
» diarrea,
» perdita di appetito,
» attacchi d’asma,
» dolore all’orecchio, ai muscoli, alle articolazioni

Nei casi peggiori può portare a danni cerebrali causando problemi di:
» concentrazione,
» amnesia,
» sbalzi di umore,
» ansia,
» depressione,
» disturbi neurologici.

Addirittura, nel 2010 a Beverly Hills, c’è stato un caso di morte imputato proprio alla muffa:

Quindi, per evitare la formazione di muffe, occorre risolvere il problema alla radice, ELIMINANDO PER SEMPRE LA CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE, impedendo persino che possa formarsi in qualsiasi condizione climatica!

E per risolvere un problema, bisogna prima conoscerlo, perciò vediamo il motivo per cui si manifesta questo fenomeno: la condensa sui vetri delle finestre è causata della persistenza di un’elevata differenza di temperatura tra aria interna ed esterna alla propria casa.

Ti faccio un esempio: in inverno, ogni volta che senti freddo e fuori ci sono temperature sotto i 10°C, ti viene automatico pensare di aumentare la temperatura interna accendendo la caldaia oppure portando il termostato ad una temperatura di comfort che si aggira intorno ai 20°C. Ecco, questa differenza di temperatura tra interno ed esterno favorisce la formazione di condensa.

Vediamo, caso per caso, come si manifesta il fenomeno a seconda del tipo di infissi installati in un’abitazione tipica come un appartamento di condominio o una villa:

CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE IN ALLUMINIO 

Questo tipo di infissi è quello che si installava molti anni fa ed era caratterizzato dall’assenza di qualsiasi barriera, perciò trasmettono all’interno dell’abitazione il freddo che proviene dall’esterno.

Per cui, riprendendo l’esempio di cui sopra, se fuori ci sono meno di 10°C e dentro 20°C, il freddo si scontrerà con il caldo in un punto preciso del telaio dell’infisso: proprio qui, raggiunta la temperatura di rugiada (13°C), la condensa avrà origine e, a questa, seguirà, nel tempo anche la muffa.

In tal caso, consigliamo di sostituire integralmente le finestre in quanto gli infissi in alluminio sono i peggiori in assoluto proprio per la tipicità del materiale di cui sono composti.

Attenzione però!
Non basta sostituire gli infissi, occorre prendere in considerazione tutto il sistema finestra, a cominciare dalla posa in opera e da una serie di accorgimenti che ti spiego meglio qui ==> http://finestresenzapensieri.it/finestre-difendersi-da-muffe/


CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE IN PVC 

Gli infissi in pvc sono tra i più diffusi sul mercato e tra i materiali più isolanti, però spesso danno anch’essi origine al problema della condensa a causa di un’errata installazione a carico del contro-telaio non isolato presente all’interno del muro.

Quando ad esempio con la mia azienda (Windor ==> www.windor.it) effettuiamo le installazioni, guardiamo con grande attenzione al problema del contro-telaio che non dev’essere MAI metallico ma realizzato in materiale perfettamente isolante, altrimenti trasmetterà all’interno il freddo o il caldo proveniente dall’esterno.

Per risolvere questo problema, gli infissi vanno assolutamente rimossi e fatti sostituire i vecchi contro-telai in materiale non isolanti.

Attenzione però!
Non basta sostituire i contro-telai, ribadisco il consiglio indicato al punto precedente, ovvero quello di prendere in considerazione tutto il sistema finestra, a cominciare dalla posa in opera e da una serie di accorgimenti che ti spiego meglio qui ==> http://finestresenzapensieri.it/prevenire-eliminare-condensa-finestre/


CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE IN LEGNO

Gli infissi in legno sono anch’essi tra i materiali più isolanti ed anche più pregiati, però purtroppo lasciano a desiderare a causa di un’errata installazione a carico del contro-telaio non isolato presente all’interno del muro.

Come dicevo al punto precedente, il contro-telaio non dev’essere MAI realizzato con materiale metallico ma con idoneo sistema isolante, altrimenti trasmetterà all’interno il freddo o il caldo proveniente dall’esterno.

Quindi, come risolvere il problema della condensa sui vetri delle finestre in legno? 

In primo luogo vanno rimossi e fatti sostituire i vecchi contro-telai in materiale non isolante presenti al di sotto delle stesse. In secondo luogo, ribadisco sempre che non è sufficiente sostituire i contro-telai, perché è importante prevedere un tipo di posa in opera di cui ti parlo in quest’altro articolo ==> http://finestresenzapensieri.it/posa-in-opera-certificata-finestre-unico-modo-non-cadere-trappola/


Chiarito tutto ciò, è importante sapere che, per prevenire alla radice il problema della condensa sui vetri delle finestre e non avere problemi anche dopo moltissimi anni, devi rivolgerti a chi come me rilascia una GARANZIA PLURIENNALE PER ISCRITTO.

Tutte le volte infatti che mi contattano per risolvere questo tipo di problemi, ai miei clienti consiglio sempre di avvalersi della formula Finestre Senza Pensieri con posa in opera certificata messa a punto dalla mia azienda Windor srl che, come sai, è l’unico sistema in Italia che Garantisce per iscritto il risultato desiderato anche dopo molti anni (http://finestresenzapensieri.it).

Grazie al sistema “Finestre Senza Pensieri”, anche il problema della condensa sui vetri delle finestre è risolto con GARANZIA DI RISULTATO MESSA PER ISCRITTO.

Se vuoi saperne di più, ti consiglio di approfondire cliccando sulle aree che ti riporto qui di seguito:

GARANZIA PLURIENNALE CONTRO LA CONDENSA SUI VETRI DELLE FINESTRE ==> http://finestresenzapensieri.it/prevenire-eliminare-condensa-finestre/

ISOLAMENTO ACUSTICO ==> http://finestresenzapensieri.it/migliori-finestre-isolamento-acustico/

ISOLAMENTO TERMICO ==>   http://finestresenzapensieri.it/finestre-isolamento-termico/

WINDOR S.R.L.
San Giorgio Jonico – TARANTO
Via Amilcare Cipriani km 0,800 z.i.

(+39) 099 8110951

Privacy Policy | Cookie Policy

Copyright © 2020 Windor S.R.L. | P. IVA 02361920735 | Marketing e Comunicazione a cura di Imprenditori di Successo