Finestre economiche e marcatura CE: via ai controlli della Guardia di Finanza

C’è sempre un motivo per cui le cose costano meno: finalmente sono stati avviati i necessari controlli su infissi di dubbia qualità e provenienza

“I controlli sono iniziati! A seguito di un periodo di prime verifiche sul campo, anche a seguito della nuova Legge n. 106/2017 avremo modo di fare controlli ad ampio spettro su tutto il territorio nazionale, al fine di individuare e reprimere eventuali illeciti per chi immette sul mercato serramenti privi di marcatura CE”, ha spiegato Tenente Colonnello Pietro Romano del S.I.A.C. (Sistema Informativo Anticontraffazione della Guardia di Finanza) ai giornalisti di Serramentinews (https://www.serramentinews.it), uno dei più importanti portali di informazione sul mondo degli infissi “ ne riporta oggi la notizia.

Chi è alla ricerca di finestre economiche solitamente cerca un prodotto che faccia il suo dovere in termini di isolamento acustico e termico ma che costi il meno possibile.

Pur comprendendo bene quest’esigenza di risparmiare sul costo degli infissi, mi viene in mente un vecchio adagio: “come spendi mangi“. Ed in effetti, è sempre più dura contemperare le esigenze economiche con quelle di risultato.

Quello che però non deve sfuggire è che l’investimento sui serramenti rappresenta uno dei fattori chiave del miglioramento della qualità della vita in casa. Per cui, se proprio vuoi acquistare finestre economiche, devi essere particolarmente attento quanto meno a capire cosa ti stanno rifilando.

Faccio una premessa: io non ho nulla in contrario con la legittima ricerca del risparmio economico, anzi, sono il primo a fare un passo avanti se posso in qualche modo avvantaggiare i miei clienti. Ma c’è modo e modo di risparmiare, nel senso che, se ciò implica un danno potenziale per la salute o la sicurezza delle persone, allora è meglio pensarci due volte.

Come ho sempre ribadito, le finestre sono un articolo molto tecnico sia dal punto di vista della materia prima che da quello della sua formulazione soprattutto in fase di assemblaggio. E più la progettazione e la produzione di un materiale è complessa e più i costi aumentano. Perciò, se la differenza di costo tra gli infissi di vari produttori/assemblatori è notevole ed evidente, molto probabilmente ciò nasconde qualche magagna.

In genere sono 3 le magagne in questione:

  1. Materiali coperti da garanzie brevi – circa 2 anni;
  2. Posa in opera a regola d’arte o qualificata – assenza di vigilanza;
  3. mancanza di MARCATURA CE sui serramenti.

In particolare, l’assenza di marcatura CE è la principale fonte di rischi per chi acquista finestre economiche: detta marcatura assicura che l’infisso è stato costruito rispettando una serie di norme internazionali che ne disciplinano l’uso di materiali e il loro assemblaggio.

Chi non rispetta queste norme riesce a risparmiare fino al 60% sul costo globale di produzione e a mettere sul mercato un prodotto altamente pericoloso per molteplici fattori.

In mancanza della marcatura CE, è molto probabile che le tue finestre economiche siano NOCIVE o che addirittura mettano a repentaglio la tua SICUREZZA in casa.

I controlli della Guardia di Finanza ci fanno ben sperare perché mettono fine ad un’epoca fatta di improvvisazione e di criminalità in un settore che invece dovrebbe garantire elevati standard di qualità alla gente che decide di installare nuove finestre per migliorare la propria vita in casa.

Se vuoi avere maggiori informazioni in merito e desideri contattarmi subito per richiedere una consulenza preventiva gratuita e senza impegno, puoi chiamarmi allo 0998110951 oppure lasciare i tuoi recapiti attraverso il seguente form di contatto e attendere di essere ricontattato nel giro di 24 ore:

* i campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori