fbpx

arriva il caldo africano con temperature fino a 40°: come proteggersi

Home / Come avere una casa luminosa / arriva il caldo africano con temperature fino a 40°: come proteggersi

Come proteggersi dal caldo africano senza spendere un sacco di soldi in bollette o per l’acquisto di condizionatori per la casa

Bollettini meteo allarmanti per Taranto ed il sud in generale: gli esperti prevedono temperature elevate e, con esse, anche bollette più alte per l’uso dei condizionatori.

Il riscaldamento globale sta minacciando seriamente un rialzo progressivo delle temperature.

Secondo quanto riportato dal Servizio Meteo dell’Aeronautica militare, dopo ancora altri giorni nei quali sarà previsto maltempo un po’ in tutta Italia con piogge, vento e temperature in calo a Centro-Sud, “per la fine del mese è atteso un anticiclone, già in atto in Europa, che potrebbe portare aria calda e temperature al di sopra dei 35°”.

Vento caldo africano e valori termici estivi con la totale assenza di nubi ci attendono a partire dalla prossima settimana.

Come proteggersi dal caldo?

Ogni anno, d’estate, aumentano i malori dovuti al forte caldo.
In particolare per le fasce più deboli: anziani, soggetti con patologie cardiovascolari o debilitati da altri disturbi.

Il primo modo per correre ai ripari è quello di installare potenti climatizzatori nel proprio appartamento, ma, oltre alla spesa da sostenere per l’acquisto, ci sono poi le bollette da pagare a causa di un uso sempre più intensivo (più lo si usa e meno se ne riesce farne a meno).

L’unico modo per proteggersi efficacemente da situazioni del genere senza spendere un patrimonio in bollette è installare finestre in grado di isolare efficacemente la propria casa dal caldo estremo.

A differenza delle finestre tradizionali infatti, quelle isolanti impediscono al caldo di penetrare nell’appartamento e al fresco di uscirne.

Tutto ciò si traduce in un minor utilizzo dei condizionatori (che comunque fanno male alla salute) e in un maggior risparmio sia per le bollette che per l’ambiente (i climatizzatori inquinano e sono responsabili del buco dell’ozono).

Clicca sul seguente link per saperne di più: http://finestresenzapensieri.it/finestre-isolamento-termico/

Seguici anche su: